Cyril VERDE

À l'unité et à la division


2014, legno e stampa digitale su carta blue backVERDE-w
Courtesy Cyril Verde (CC BY-SA 4.0)


“Il mercato è la logica invisibile che fa da ponte tra il “duro” dell’architettura e il “molle” del vivente”.

Cyril Verde indaga i rapporti di metodo, di unità strutturale e di parcellizzazione dello spazio e del lavoro insiti nel mercato. Attraverso la scultura, studia le relazioni trasversali tra le parti che costituiscono il complesso sistema-mercato: l’edificio contenitore, i banchi, le cassette impilate, i prodotti disposti. Dall’ordine architettonico all’entropia della materia organica, persistono metodi simili d’innesto, d’adattamento e di resistenza.
Le due sculture proposte sono la traduzione di questi metodi all’interno di un processo empirico di assemblaggio del legno. Artefatti celibi, di forma compatta o aperta e di dubbia funzionalità, evocano degli usi che potrebbero inserirsi nel mercato, senza però esaurirsi in nessuno di essi. Il loro senso d’incompletezza e di potenzialità le rende aperte a ruoli inattesi. Di proporzioni intermedie tra l’architettura e la statura umana, le opere ambiscono alla simbiosi con il contesto. Si danno in sordina, come vestigia, oggetti preesistenti, legati alla memoria del luogo e adattati alla struttura contemporanea d’unità e di divisioni.


Durante la mostra itinerante, le opere di Cyril Verde sono installate presso il Parvis de la Bibliothèque Raoul Mille a Nizza e all’esterno della tettoia di Piazza Seminario a Cuneo.


Cyril Verde, nato nel 1986 a Tarragona, Spagna.

Il lavoro di Cyril Verde è costruito attorno a metodi e routine che scandiscono il suo tempo e la sua energia. Le forme che produce provengono da scelte precise, sia a livello macro-curatoriale (planning, relazione con eventuali collaboratori, etc), sia a livelo di micro gestione delle attività (protocolli, scelta degli strumenti, ecc.).
Si dedica a progetti collaborativi quali Dynasty insieme a Mathis Collins al Palais de Tokyo nel 2010 o ACME con Sébastien Rémy nel 2014.

 

 

<< partecipanti

 

 

© MARKET ZONE 2013-2014

design: Boumaka | code: Anna Olmo