Johanna FOURNIER

Horloge


2014, legno, ferro, acrilico
FOURNIER 2-w
Courtesy Johanna Fournier


Nel mercato coperto di Piazza Seminario, gli orologi che da anni segnano l’ora sono due. Johanna Fournier ne introduce un terzo. Ispirandosi a motivi geometrici della fine degli anni 20, epoca in cui fu inaugurata la tettoia, l’artista produce un oggetto che entra a far parte della decorazione funzionale del luogo. Il quadrante principale accompagna il ritmo delle attività che animano Piazza Seminario, mercato ed esposizione. Un secondo cerchio monocromo riconduce il tempo alla sua natura astratta, non quantificabile in modo razionale. La scultura gioca con la scansione temporale tradizionale e sottolinea l’aspetto soggettivo e relativo del tempo di lavoro all’interno del mercato. Memore dei Rotoreliefs, ludici e illusori dischi in cartone decorati con cerchi concentrici, commercializzati da Marcel Duchamp all’incirca nello stesso periodo della costruzione della tettoia, Horloge è un oggetto al servizio del bisogno, chimerico, di percepire in modo oggettivo e univoco il susseguirsi delle ore.

Per l’esposizione di Market zone a Nizza, Johanna Fournier presenta Motifs Urbains, un’installazione di tele in pvc, con motivi geometrici, che decorano il retro dei banchi del Marché de la Libération, sottolineando gli elementi architettonici e la loro distribuzione nel quartiere del mercato.


Durante la mostra itinerante, l’intevento di Johanna Fournier è installato presso il Marché de la Libération a Nizza e sotto la tettoia di Piazza Seminario a Cuneo.


Johanna Fournier, nata nel 1980 a Arès, Francia

Con una pratica che si situa ai confini con il design, Johanna Fournier espone da anni il proprio lavoro all’interno dello spazio pubblico, mettendo in dialogo la scultura con l’architettura, il decoro urbano e gli abitanti. É in questa condizione concettualmente “fuori dalle mura” che l’artista sviluppa i propri lavori e concepisce le proprie opere. Attraverso i suoi interventi, Johanna Fournier afferma la propria riflessione artistica, visiva e sociale e porta avanti l’utopia degli Arts and Crafts, giustapponendo arte e vita quotidiana.

http://www.johannafournier.net/

 

 

<< partecipanti

 

© MARKET ZONE 2013-2014

design: Boumaka | code: Anna Olmo