StudioErrante Architetture

(SARAH BECCHIO, PAOLO BORGHINO E ANDREA TOMASI)


Duilio


2014, acciaio cor-ten, lampade LED, barattoli con materiali vari

STUDIOERRANTE-w
Courtesy StudioErrante Architetture


“Duilio”
“Sì mamma, chiamo quando arrivo”
“Volevo dirti che ti ho messo una cosetta in valigia, non fartela rubare in aeroporto”.
Ecco, nonostante il peso indecifrabile della valigia, data dall’aggiunta a tradimento, dico “Grazie”. Grazie mi ripeto. Grazie.
Domani, a pranzo, tra volti sconosciuti, sarà come essere a casa."

Duilio è un migrante, un fratello, un vicino, partito per cercar fortuna. La sua memoria ha il sapore del cibo fatto in casa. Se avesse una valigia, Duilio porterebbe con sé l’aroma acido delle zucchine in carpione, prese dalla madre al mercato. Se avesse una tasca, quello folgorante della madeleine o di un chebakia.
StudioErrante Architetture ha voluto per lui una capsula, che congeli le fragranze dentro scrigni dove il sapore diventa un’immagine, la manifattura casalinga un ricordo. La capsula è un monumento al cibo consumabile conservato a lungo per bisogno di non consumarlo. Nel monumento, Duilio diventa un’identità collettiva, contemporanea e storica, incastrata tra i confini altalenanti del territorio cuneese-nizzardo e tra quelli instabili della migrazione internazionale.
Abituati alle micro narrazioni diafane del villaggio virtuale, Duilio ci riporta a quelle tangibili dei prodotti culinari, che hanno radici nel luogo in cui si scambiano cibo e ricette, per preparare il miglior pacco da spedire, di quelli che ricordi casa.   

Duilio è stato creato insieme a chi ha voluto condividere le proprie capsule di memoria, ovvero barattoli, bottiglie e cibo fatto in casa a lunga conservazione, donati per entrare a far parte di una collezione permanente.  


Durante la mostra itinerante, l’opera di StudioErrante Architetture è installata presso lo sudio di Del’Art a Nizza (rue Vernier, 40 ter) e sotto la tettoia di Piazza Seminario a Cuneo.


StudioErrante Architetture
Paolo Borghino, nato nel 1981 a Savigliano, Italia.
Sarah Becchio, nata nel 1986 a Torino, Italia.
Andrea Tomasi, nato nel 1985 a Biella, Italia.

StudioErrante Architetture è un gruppo di lavoro fondato da Sarah Becchio e Paolo Borghino e raggiunto da Andrea Tomasi nel 2014. Nel 2013 StudioErrante vince il Premio Federico Maggia di Biella ed è tra i progettisti selezionati per il premio Giovane Talento dell’Architettura Italiana del MAXXI di Roma. Con Plac e Andrea Tomasi vince una Special Mention in Europan12|Helsinki e una Special Mention in Europan12|Kaufbeuren. Nel 2014 espone nel Padiglione Italia alla 14. Biennale di Venezia ed è tra i 5 studi invitati a proporre un progetto per il futuro dell’area dopo l’EXPO2015.

http://www.studioerrantearchitetture.com/
http://incapsulated-duilio.tumblr.com/



 

 

 

<< partecipanti

 

© MARKET ZONE 2013-2014

design: Boumaka | code: Anna Olmo